La formazione sulla sicurezza sul lavoro è obbligatoria per legge ( Testo Unico della Sicurezza ) e impone al datore di lavoro una formazione minima obbligatoria per i suoi lavoratori e dipendenti. L’accordo Stato Regioni fornisce indicazioni precise e direttive sui termini minimi della formazione.
La formazione dei lavoratori a carattere obbligatorio è costituita da due moduli personalizzati a seconda del livello di rischio del settore di lavoro a cui appartiene l’azienda.
Il primo modulo è di carattere generale per tutti e ha la durata di 4 ore mentre il secondo ha una durata variabile in funzione del livello di rischio:
Rischio basso: 4+4 ore (8 totali) Rischio medio: 8+4 ore (12 totali) Rischio alto: 12+4 ore (16 totali)
Durante il primo modulo viene fornita ai lavoratori una formazione generale sulla sicurezza sul lavoro mentre il secondo modulo approfondisce il settore di lavoro a cui appartiene il lavoratore e ne esplora nel dettaglio i rischi in esso presenti.

Per la formazione minima obbligatoria è previsto un aggiornamento quinquennale che riguarda il modulo specifico per il settore di attività per tutti i livelli di rischio la cui durata è di 6 ore.
SANZIONI:
Tutti i lavoratori devono seguire un corso di formazione e informazione sui rischi dell’attività lavorativa (formazione generale e specifica). Il datore di lavoro è tenuto a fornirla a proprie spese e nell’orario di lavoro. Anche in questo caso per mancata formazione ci sarebbe l’arresto da 2 a 4 mesi oppure l’ammenda da 1.315,00 €. a 5.699,20 €.

DEFINIZIONE E PRINCIPALI OBBLIGHI DEI LAVORATORI E SOGGETTI EQUIPARATI

Salva

Directory Mrlink.it