Le scadenze della formazione non ti vengono comunicate?

Spesso i documenti sono incompleti, mancanti di valutazioni o approfondimenti indispensabili….

ma di cui ti puoi  accorgere solo dopo che la ASL è passata dalla tua azienda e ti ha lasciato un verbale da 2.000 euro sulla scrivania.  

Pensare a tutto questo non è il tuo lavoro….…è quello del tuo consulente sulla sicurezza

La prevenzione ed il  controllo degli eventi futuri è la chiave di accesso alla normalità dell’attività lavorativa.

Lungo il percorso che porta alla Sicurezza si viene attratti dal solo prezzo, è normale,

quasi…

siamo uomini , ma ricordiamoci che prendere il massimo vantaggio con il minimo impiego di denaro

non passa dal risparmiare sulla sicurezza in azienda poiché la espone  ad un rischio troppo alto che non possiamo permetterci di correre:

“La procura di Milano ha ottenuto il versamento di 850mila euro alla vedova di un operaio morto per il mancato rispetto delle norme anti infortunistiche. L’azienda (pagando) ha così evitato sanzioni accessorie come il blocco dell’attività per via della contestazione per violazione della legge sulla responsabilità amministrativa degli enti.”

Certo, non sempre è così, ho riportato il caso estremo di un grave incidente dove ha trovato la morte un lavoratore, ma ci sono altre mille situazioni di rischio minore , ma pur sempre gravi o fastidiose a cui puoi andare incontro, con perdite di denaro e di tempo.

Ed alla fine del salmo dovrai agire , organizzarti, passata la rabbia  dovrai concentrarti sulle soluzioni , il mestiere dell’imprenditore è quello di cercare soluzioni, possibili ed impossibili.

Chi vorrai al tua fianco in simili situazioni?

Come si risponde ad una lettera della ASL?

Con quali strumenti si combattono questi personaggi in cerca di chissà cosa.

La ASL, l’ispettorato del lavoro, i VV.FF. ARPAT ecc .ecc si “combattono” con la prevenzione.

  • la professionalità
  • la certificazione di ciò che abbiamo fatto, da chi ci mette la faccia e la sua firma su ogni documento
  • pronti a rispondere personalmente del proprio operato come facciamo noi con tutti i nostri clienti e come dovrebbero fare tutti coloro che si occupano di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Senza nascondersi dietro alla responsabilità unica dell’Imprenditore in materia di sicurezza sul lavoro…….cosa tra le altre non vera fino in fondo.

 ( vedi ultime sentenze di cassazione dove il consulente RSPP è stato chiamato a rispondere in solido con l’imprenditore)

L’incidente sul lavoro, l’infortunio , la malattia professionale, la morte sul lavoro, le visite ispettive, sono questi i tuoi nemici da combattere ogni giorno per il benessere della tua vita ed attività

  • Affidarsi alle aziende lowcost
  • Internet con tutti i documenti al prezzo di un caffè precompilato
  • Le associazioni di categoria di ogni colore che si vedono una volta all’anno e sono approssimative, superficiali non idonee
  • Consulenti improvvisati che da professionisti del fisco o della costruzione di case diventano consulenti sulla sicurezza
  • Improvvisati senza uno straccio di laboratorio per fare le prove ed accertare ciò che dicono

Se anche tu sei finito nelle mani di queste tipologie , sappi che possono determinare in modo negativo  il futuro della tua azienda.

I nemici da combattere sono questi ed i mezzi per combatterli sono la conoscenza e gli strumenti sono la consulenza di veri professionisti.

Un processo per un infortunio grave può durare anche 5 anni , sbattuti da un aula all’altra.

 

Certo, per rispondere bisogna essere preparati prima, non dopo,  in modo ordinato, preciso, chiaro a tutti, in modo da prevenire.

L’azienda è un luogo rischioso lo sappiamo, non è un gioco, ma è vero anche che non ci sono bambini all’interno che lavoro, ci sono adulti che devono essere educati alla cultura della sicurezza.

E poi ci sono interessi e denaro in ballo, non puoi lasciare al caso il tuo futuro come quello dei tuoi collaboratori.

E’ un controsenso….il bilancio , la fatturazione, la gestione del cliente , la banca

gestiti in modo professionale, certosino, quasi  scientifico …….la sicurezza? …..affidata in modo non consapevole diciamo al primo che ha bussato alla porta.

Affideresti  le sorti della tua azienda a chi non ha le caratteristiche per poter fare fronte con gli strumenti idonei  alle piccole e grandi difficoltà a cui nel corso del tempo andrai incontro?

Immagino di no ……..nemmeno io……….

a presto Max

Lascia un commento